Siete in: home page


Yucatan - Messico


La penisola dello Yucatan facente parte di uno dei 31 stati del Messico e situato nel sud-est del paese è un equilatero compatto e piatto che separa il Golfo del Messico (articolato nel Golfo di Campeche) dal Mar delle Antille.
Il territorio è formato da rocce calcaree che si pensa essere il risultato della meteora di Chicxulub che colpì la Terra 65 milioni di anni fa. Il terreno è inciso da crepe di natura carsica che assorbono l'acqua piovana, perciò il sottosuolo è ricco di fiumi e caverne sotterranee. L'acqua che viene alla luce da origine ai cenotes. Le coste dello Yucatan sono basse e sabbiose: a nord e ovest contornate da cordoni litoranei; ad est e sud-est rotte da insenature che danno vita alle baie de la Ascension, del Espiritu Santo, de Chetumal, ecc... Il litorale ovest presenta la riserva naturale di Celestun (approdo per fenicotteri e altre specie di uccelli), spiagge magnifiche e fauna selvatica da Progresso a Chiquila; nel litorale orientale c'è la città di Cancun e l'isola di Cuzumel al centro invece sovrasta la giungla ricca di città con tradizione maya, rovine, cattedrali, haciendas, riserve naturali e cenotes. Infatti, la penisola dello Yucatan fu una delle regioni più prospere dell'Impero Maya e ancora oggi conserva alcuni resti archeologici risalenti a più di tremila anni fa. L'abbondanza di rovine maya è concentrata soprattutto nella parte settentrionale della penisola infatti i maggiori centri di interesse sono Uxmal, Labnà, Kabah (regione del Puuc) e la zona di Chichen Itza risalente al periodo classico.

Mappa del sito
Mappa del sito