Siete in: home page


Knosso


Knosso

Omero, nell'Odissea aveva definito Knosso la sede del leggendario re Minosse. Nel 1900 lo studioso britannico Arthur Evans, ne scoprì l'esistenza. Ci sono voluti 32 anni di lavoro per disseppellire Knosso dalla lava e ricostruirlo in parte. Il complesso di Knosso si estende su 22000 m quadri ed era un centro culturale e amministrativo dei minoici, governato da un collegio di sacerdoti. Il palazzo di Knosso, in passato ospitava al suo interno circa 1000 persone, mentre erano circa 10000 le persone che abitavano al suo esterno. Knosso aveva 2 porti che servivano per gli scambi commerciali. Il complesso di Knosso si raggruppa intorno ad un cortile interno, luogo di incontro per le feste, per i sacrifici e per il rituale salto del toro. Cinque erano i piani che componevano il palazzo, collegati tra loro da un labirinto di scale, corridoi, colonnati e cortili. Sul lato occidentale si trovavano gli ambienti di culto dove venivano portate le offerte "nella sala del re". Sul lato est hanno sede gli appartamenti, i magazzini e i laboratori. Proprio a seguito della complessità del palazzo, che il complesso da l'impressione di un immenso labirinto, in cui era tenuto prigioniero il Minotauro, mostro dal corpo umano e testa di toro, che secondo la mitologia greca sarebbe nato dall'unione della regina Pasifae, moglie di Minosse, con un toro donato al re da Poseidone. Oggi giorno molte aree del palazzo di Knosso non sono più visitabili in quanto molti settori minacciati dai crolli sono stati messi in sicurezza.
Knosso
Creta: Knosso
Molti dei reperti ritrovati nel palazzo di Knosso, tra cui quadri, vasi, gioielli, sono esposti al Museo Archeologico di Heraklion (Iraklion). Qui sono esposti autentici capolavori della civiltà minoica dal 4000 a.C. Knosso dista solo 5 km da Heraklion (Iraklion), gli orari di ingresso al sito archeologico sono: 9.00-19.00. il costo del biglietto è di 6 euro.



Mappa del sito
Mappa del sito