Siete in: home page


Info Kenya


Il Kenya, Stato indipendente dal 1963, è una repubblica presidenziale con una superficie di 582.646 kmq. (quasi due volte la superficie dell’Italia) e una popolazione di circa 32.800.000 di abitanti.
Situato sulla costa orientale dell'Africa, è attraversato dall'equatore e confina a nord con Etiopia e Sudan, a sud con la Tanzania, a ovest con l'Uganda, a nord-est con la Somalia e ad est con l'oceano Indiano.
Il Kenya è strutturato in 7 province : zona centrale, la costa, la Rift Valley, la parte orientale, la parte nord orientale, la parte occidentale, la Nyanza, più l'area di Nairobi, anche se in grandi linee il paese può essere suddiviso in quattro regioni:
- la regione della Rift Valley e le alte terre dell'interno, che corrisponde alla zona più sviluppata economicamente e demograficamente;
- il Kenya occidentale, vasto altopiano ad est del Lago Vittoria;
- il Kenya settentrionale orientale prevalentemente arido e semidesertico;
- la fascia costiera con circa 500 chilometri di litorale con stupende spiagge e barriere coralline.
Alla fascia costiera, succede la regione di altopiani aridi e stepposi; quello centrale, diviso dalla frattura della Rift Valley che si sviluppa da nord a sud e che forma il bacino del Lago Turkana. Ai lati della Rift Valley si innalzano imponenti massicci vulcanici, il maggiore dei quali è il monte Kenya (5199 m), il più alto del Kenya. L'altopiano degrada a ovest, in prossimità del Lago Vittoria, e a nord dove il territorio del Kenya è occupato da un ampio tavolato desertico. La regione della Rift Valley e degli altopiani centrali, in cui si trovano i paesaggi più spettacolari, costituisce la spina dorsale del paese. L'ambiente dominante è quello della savana, tutelato da numerosi parchi naturali che coprono circa il 10% del territorio nazionale. Sulle pendici delle montagne e lungo il corso dei fiumi si trovano tracce dell'originaria foresta pluviale; mentre a nord, nelle zone meno piovose, la savana sfuma nel deserto. Nel Kenya occidentale si trovano fertili terreni a ridosso del Lago Vittoria e alcuni splendidi parchi faunistici. I territori più selvaggi, rimasti incontaminati dal mondo moderno, si estendono nella vasta e arida regione settentrionale orientale.
La città più grande è Nairobi che è anche la capitale del Paese, la seconda città è Mombasa che è ancora il principale porto e la vera capitale turistica del Kenya.

* * * * * * * * *

Di seguito, riporto alcune informazioni utili per chi vuole visitare questo stupendo paese: il Kenya.
Cartina Kenya
Cartina Kenya

CAPITALE KENYA

La capitale del Kenya è Nairobi.

LINGUA

La lingua ufficiale è lo swahili, l’inglese è la seconda lingua, mentre nella zona di Malindi e Watamu è abbastanza diffuso anche l’italiano.

FUSO ORARIO IN KENYA

Il Kenya si trova a due ore di differenza in piu' rispetto all'Italia; un'ora quando in Italia vige l'ora legale.

DOCUMENTI - VISTI E TASSE

È necessario essere in possesso di passaporto individuale con validità di almeno 6 mesi dalla data di partenza. È necessario che il passaporto abbia almeno una intera pagina libera per potere apporre il visto d’ingresso.
Per entrare in Kenya è richiesto il visto di ingresso ottenibile in Italia al Consolato del Kenya oppure all’aeroporto di Mombasa al costo di 40 USD o 40 Euro. È previsto inoltre il pagamento di una tassa aeroportuale di 20 USD da pagare al momento della partenza da Mombasa. Si fa presente che verranno accettate solamente banconote (no monete).

VALUTA

L'unità monetaria locale è lo Scellino Keniota. Euro 1 = KSh 88 circa. L’ Euro e i dollari americani sono accettati ovunque. Le principali carte di credito (Visa e Mastercard, non Electron) sono solitamente accettate senza problemi con un tasso del 5%. I cambi di valuta possono essere effettuati anche nelle città.


CONSIGLI SANITARI

Non è richiesta alcuna vaccinazione obbligatoria, anche se si consiglia la profilassi antimalarica soprattutto nelle zone interne dove ci sono aree non bonificate. Per chi si reca in Kenya per il mare e per i classici safari, la profilassi è sconsigliabile, infatti la profilassi oltre a garantire una copertura parziale dal virus, non fa bene al fegato e non soltanto è più dannosa, ma anche meno sicura delle nuove medicine che si prendono solo nel caso la malaria sopraggiunga. Il Kenya oggi si può dire all'avanguardia nel mondo, grazie alla combinazione di farmaci tradizionali e altri (quelli contenenti artemisina) che hanno la doppia azione di debellare la malattia e bloccare la diffusione del virus, sterilizzando le zanzare anofele ed impedendo così la loro riproduzione. Quindi niente profilassi e, una volta giunti in Kenya, recarsi in una farmacia ed acquistare il kit per la malaria. E’ norma però seguire alcune piccole regole comportamentali preventive: indossare, dopo il tramonto, camicie a maniche lunghe e pantaloni lunghi, utilizzare specifici repellenti e dormire con le zanzariere abbassate. E’ buona abitudine premunirsi comunque di creme solari, disinfettanti intestinali e repellenti contro le zanzare. Il virus dell’HIV è molto diffuso e miete un gran numero di vittime fra la popolazione locale. Massima attenzione dunque!

COMUNICAZIONI TELEFONICHE IN KENYA

Si possono effettuare chiamate verso l’Italia senza grandi problemi dai principali alberghi, anche se sono abbastanza costose. Esiste una copertura GSM in quasi tutto il territorio, tranne alcune zone all’interno dei parchi. Per telefonare in Kenya dall'Italia basta comporre il prefisso: 00254, seguito da 2 se si vuole parlare con Nairobi, da 11 per Mombasa e da 123 per la località turistica di Malindi.
Viceversa per telefonare dal Kenya in Italia bisogna comporre lo 0039.
E’ possibile chiamare dal Kenya in Italia risparmiando, comprando una volta arrivati in Kenya una sim locale (costo 1,50 x la linea e ricariche da 50 centisimi a 10 euro). Ricevere chiamate dall' Italia con queste schede non si paga nulla. La Sim card piu' conveniente e' la Safaricom, si trova ovunque coì come le ricariche. Si attiva immediatamente dopo averla inserita chiamando l' 122 e digitando 1 x i servizi in inglese , il 2 x i servizi in swahili.

VOLTAGGIO

Il voltaggio è di 240 volt, consigliamo di munirsi di adattatori con prese di corrente a lamelle di tipo inglese anche se nei resort possono essere prese in dotazione pagando una cauzione.

ABBIGLIAMENTO

Abbigliamento pratico, sportivo ed essenziale soprattutto per i Safari, con scarpe comode e chiuse. Per il soggiorno balneare abiti da mare, occhiali da sole, scarpine in gomma per camminare nei pressi della barriera corallina. Si raccomanda di portare con sé alcuni capi più pesanti per la sera e per il mattino. Essendo il Kenya un paese prevalentemente musulmano, si ricorda che sia il topless sia il nudismo sono severamente proibiti.

SHOPPING KENYA

Ricchissimo è l’artigianato locale: statue e maschere di legno intagliate a mano, strumenti musicali tipici, gioielli in perline e monili in argento, pietre dure, stoffe di cotone “batik”. Tre sono i mercati principali e si trovano a Nairobi, Malindi e Mombasa. Nei mercati ci sono bancarelle con generi alimentari e bancarelle che espongono vestiti e generi vari. E’ severamente vietata l’esportazione di avorio, pelli e trofei di animali.

Per conoscere il periodo ideale per andare in Kenya consulta: CLIMA KENYA
Per conoscere i vari modi per raggiungere il Kenya consulta: COME ARRIVARE IN KENYA ,
i trasporti interni, consulta: TRASPORTI KENYA





Mappa del sito
Mappa del sito