Siete in: home page


Isole Elafiti


Le isole Elafiti, che in greco significano "Le isole dei cervi", fanno parte della Dalmazia meridionale e si trovano a nord-ovest di Dubrovnik (15 KM), a guardia della costa ragusea.
L'arcipelago delle Elafiti si compone di otto isole e cinque isolotti di cui solo le tre maggiori sono abitate e sono: Kolocep, Lopud e Sipan. Le altre sono: Daksa, Sveti Andrija, Ruda, Jakljan, Tajan e Olipa.
Le isole sono raggiungibili attraverso battelli giornalieri che partono dal porto di Gruz attraverso le numerose escursioni organizzate da agenzie turistiche.

ISOLA DI KOLOCEP (KALAMOTA)

Isole Elafiti: Kolocep
Isole Elafiti: Kolocep
L’isola di Kolocep, la più vicina a Dubrovnik, è la più piccola isola delle tre isole Elafiti, 4 km quadrati. L’isola è coperta da una fitta vegetazione subtropicale, con piante di viti, ulivi, melograni e carrube. Due sono i villaggi di pescatori: Gornje Celo e Donje Celo, entrambi posti in due insenature riparate dal vento e collegate con un sentiero serpeggiante attraverso gli uliveti e gli orti.
Sparsi su tutta l'isola antiche chiesette preromaniche, rovine di basiliche, di vedette, ville e torri ecc..
L’isola ha piccole spiagge di ciottoli o sabbia.

ISOLA DI SIPAN

Isole Elafiti: Sipan
Isole Elafiti: Sipan
Sipan, anche detta Isola d’Oro, è la più grande isola dell'arcipelago delle Elafiti, 15,5 km quadrati. È circondata da numerosi scogli e minuscole isolette e presenta una fertile vallata coltivata a viti, ulivi, fichi, mandorli, melograni, carrubi e agrumi.
L’isola era residenza estiva di potenti famiglie ragusee.
Due sono i villaggi turistici: Sipanska Luka con 300 abitanti e situato a ovest dell'isola e Sudurad con 250 abitanti e situato ad est dell'isola.
Il villagio Sudurad oltre ad avere un porto molto importante, possiede le rovine di un palazzo del XVI secolo e la Chiesa dello Spirito Santo, costruita per proteggere la gente del posto dai pirati.

ISOLA DI LOPUD

Isole Elafiti: Lopud
Isole Elafiti: Lopud
Tra le molte isole di Dubrovnik, Lopud è quella più sviluppata dal punto di vista turistico. L'isola ha una superficie di circa 4,6 km quadrati e dispone di un solo insediamento, situato sul lato nord/ovest dell’isola, al centro di un’ampia insenatura che guarda all’isola di Sipan.
Nel passato quest'isola forniva i migliori navigatori alla marina ragusana; Miho Pracat è stato un famoso navigatore di Lopud.
Durante il 16° secolo la città ero una centro abitato con oltre 4.000 abitanti. Allora Lopud aveva un patrimonio di 30 chiese e svariati monasteri che testimoniano l’importanza che aveva la città: era sede estiva dell’aristocrazia ragusana.
Ancora oggi a Lopud si possono vedere numerosi resti delle prime chiese medievali, manieri estivi e interessanti fortificazioni.
La principale reliquia del passato di Lopud è un Monastero Francescano fortificato, datato 1483, che possiede un interessante chiostro nella chiesa di S. Maria di Spilica. Il monastero detiene preziose opere d'arte all’interno della chiesa di Santa Maria di Spilica, con opere di Nikola Božidarević, Girolamo da Santacroce, Giovanni da Pietra, Bassana e molti altri.
Sull’isola è possibile visitare anche la chiesa della Madonna di Sunj (XV sec.) che è un monumento importante con preziosi dipinti di Palma Maggiore, Natalino da Murano, Matej Juncic e di altri.
Lopud, oltre ad avere la zona portuale con una bella spiaggia, ha dall'altra parte dell'isola una delle poche spiagge di sabbia incontrate nei dintorni di Dubrovnik, la spiaggia di Sunj.Si tratta di una spiaggia di sabbia che si diffonde lungo tutto il perimetro della baia, con l’acqua che si approfondisce con lentezza e gradualità, ideale per le famiglie con bambini ma anche per gli appassionati di sport acquatici. La spiaggia di Sunj ha anche una parte riservata ai nudisti.



Mappa del sito
Mappa del sito